I pavimenti in PVC possono soddisfare le esigenze estetiche di tutti: ecco perché!

I pavimenti in PVC possono soddisfare le esigenze estetiche di tutti: ecco perché!

L’ULTIMA NOVITÀ DAL MONDO DEI RIVESTIMENTI: I PAVIMENTI IN PVC!

Sono i pavimenti in pvc l’ultima novità dal mondo dei rivestimenti: il cloruro di polivinile, nome tecnico del pvc, è una soluzione facile ed economica, che garantisce, oltre all’effetto estetico, versatilità, igiene e costi contenuti.

Grazie a questo articolo, scopriamo di più sui pavimenti in PVC. Buona lettura!

Tutti i vantaggi dei pavimenti laminati.

Utilizzati già da qualche tempo negli impianti sportivi, industriali, in centri medici o commerciali, i pavimenti in pvc stanno prendendo sempre più piede anche nel residenziale, divenendo una più che valida alternativa al classico parquet, al gres
porcellanato effetto legno o ai moderni pavimenti in resina.

Se sai già tutto sui pavimenti in pvc e desideri solo sapere quanto potrebbe costare, comincia subito a confrontare preventivi ristrutturazione, altrimenti prosegui la lettura per sapere tutto su questo economico, pratico e interessante materiale del futuro.

Un punto a favore del PVC, che nessuno si aspetta di sentire? È amico dell’ambiente. Il cloruro di polivinile, infatti, riduce l’inquinamento e le emissioni di CO2, oltre a consentire di risparmiare sul consumo di impianti di riscaldamento e climatizzazione.

I vantaggi dei pavimenti in PVC sono molteplici, tra cui:

  • Sono pavimenti versatili, disponibile in molte varianti di colore e design;
  • Sono pavimenti molto resistenti;
  • Economici e facili da pulire, in quanto i pavimenti in PVC possono essere lavati con prodotti disinfettanti;
  • Tutti i pavimenti in PVC sono sottili, il loro spessore è di soli 2 mm, perfetto nel caso in cui non si vogliano operare interventi di taglio degli infissi;
  • I pavimenti in PVC sono antiscivolo, ideali quindi per la sicurezza negli ambienti pubblici;
  • Ecologici in quanto totalmente riciclabili;
  • Antistatici: impediscono l’accumulo di cariche elettriche. Tale elettricità può portare a diversi inconvenienti come incendi ed esplosioni a causa di scintille;
  • Sicuri, ignifughi e auto-estinguenti, cioè non è infiammabili e – in caso di incendio – rallentano il propagarsi delle fiamme.

Il cloruro di polivinile è un polimero derivante dalla distillazione del petrolio e del cloruro di sodio appartenente alla categoria dei pavimenti resilienti che, grazie alla sua estrema versatilità, viene usato da tempo nell’edilizia. Questo materiale, in quanto pavimento vinilico, è oggi infatti in grado di riproporre molto fedelmente le più diverse superfici, da quelle tradizionali come le finiture lignee, i marmi e le ceramiche a quelle più moderne e al passo con gli ultimi trend come metalli, cementi e resine.

Tra le caratteristiche positive dei pavimenti in PVC, versione sintetica del linoleum, vanno citate: elasticità, e resistenza all’acqua e alle macchie.

I pavimenti in PVC non si deformano facilmente e ciò li rende ideali per le stanze soggette a frequente calpestio. Questi pavimenti vinilici forniscono, inoltre, una buona durata nel tempo a fronte del basso costo.

Hai bisogno di una mano?

Da RPR troverai personale specializzato che saprà consigliarti al meglio sia dal punto di vista tecnico sia nelle numerose soluzioni di arredamento e rivestimenti per la tua casa.

Pavimenti in PVC: quanto durano e in cosa consiste la loro manutenzione?

I pavimenti in pvc hanno una durata media di 10 anni. Il PVC infatti è uno dei materiali maggiormente usato in commercio proprio per le sue caratteristiche fisiche. Quando si trova a temperatura ambiente, esso diventa stabile e sicuro, garantendo una lunga durata alla pavimentazione.

Una delle domande più comuni per quanto concerne i pavimenti in PVC è: “Come pulire i pavimenti in pvc?“.

Bisogna dire che è proprio una corretta manutenzione e dunque pulizia dei pavimenti in pvc a far sì che queste superfici durino più a lungo, minimizzando i costi e non compromettendone a lungo termine l’aspetto estetico.

Per pulire i pavimenti in pvc occorre seguire queste mosse:

  • Spazzare o passare il pavimento con l’aspirapolvere giornalmente per eliminare la polvere e lo sporco. Se necessario, eliminare le tracce e le macchie resistenti con un detergente antistatico e sanificante (detergente EVO).
  • Sui prodotti incollati è possibile pulire con un lavasciuga dotato di appositi cuscinetti e un detergente alcalino a bassa schiuma. Se non si dispone di un apparecchio, passare il pavimento con uno straccio in microfibra umido e un detergente antistatico e sanificante.
  • In caso di macchie difficili non utilizzare spugne abrasive o pagliette d’acciaio, meglio un solvente specifico oppure acqua con prodotto detergente, lasciare agire per qualche minuto e poi rimuovere. Se la macchia persiste applicare detergente puro, lasciare agire per qualche minuto e poi sciacquare. In caso di segni di gomma/scarpe: applicare detergente puro, lasciare agire per cinque minuti, strofinare, risciacquare con abbondante acqua.

E tu, hai già deciso cosa scegliere per la tua casa? Se sei ancora in dubbio, passa a trovarci al nostro showroom: saremo lieti di darti una mano in questa ardua scelta.

Questo articolo ricco di idee e curiosità dovrebbe averti ispirato ma se ancora hai dubbi contatta un nostro esperto per una consulenza personalizzata a Torino.

Post recenti
0
Sanitari bagno Torino - filomuro bianco